Pausa caffè

www.talamona.eu

Qual è il miglior docente?

Written By: La zia Mary - Apr• 12•13

20130412-154525.jpg

QUALE CONFINE CI DEVE ESSERE TRA ALUNNI E DOCENTI?

Quanto noi insegnanti siamo responsabili nei confronti dei nostri studenti? Siamo solo proff o anche educatori? E, nel secondo caso, fino a che punto? Questi i temi di una piacevole chiacchierata con un futuro insegnante.
Probabilmente ognuno darebbe una risposta diversa perché ognuno di noi è unico. E la stessa unicità si evidenzia nel rapporto con i nostri ragazzi. Questo aspetto per me ha sempre manifestato un’incognita in quanto spesso mi è sembrato incoerente l’atteggiamento di alcuni alunni che da un canto apprezzavano il professore severo, preparatissimo e inarrivabile, ma dall’altro lodavano anche l’altro insegnante umanamente presente, volenteroso, disponibile e in gamba. Come è possibile? Cosa può accomunare due figure professionali così diverse? Mi tornano alla mente le parole di chi mi ha dato indicazioni per il mio orientamento universitario; diceva: “per essere un buon insegnante devi sapere, sapere insegnare e aver voglia di farlo”. Credo sia questo ciò che gli studenti colgono in prima battuta di ogni prof. Tutto il resto è la manifestazione di come vogliamo porci e diventa una tessera di puzzle che fornirà ai nostri giovani l’immagine della complessa società in cui vivono.
Personalmente non riesco a non cercare di creare un legame forte con la classe, ovvero con ciascuno, ma proprio ciascuno, dei suoi componenti; ciò implica un impegno maggiore in termini di tempo, di attenzioni e di coinvolgimento, ma ne vale la pena. Unica grande difficoltà resta quella di sapere staccare la spina al momento giusto per poterla usare per ricaricare le batterie, dedicando tempo alla famiglia e a se stessi. Solo così riesco a trovare il giusto equilibrio per entrare in aula col sorriso e a casa serena.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *